Documento senza titolo
IVASS e China Banking and Insurance Regulatory stipulano un Memorandum of Understanding
Le Autorità fissano obiettivi e modalità di collaborazione per consolidare le practices regolatorie

30/07/2019

La Cina rappresenta ormai notoriamente una realtà in fase di grande espansione internazionale anche nei settori bancario, finanziario e assicurativo. E’ notizia recente, ad esempio, che siano cinesi quattro delle prime cinque banche al mondo per totale degli attivi. Una solidità economica, questa, che si pone alla base anche del recente Accordo tra Italia e Cina, all’interno del quale un ruolo di primo piano è rivestito dal Memorandum of Understanding sottoscritto da IVASS e CBIRC (China Banking and Insurance Regulatory Commission), ente governativo cinese che vigila sui mercati bancari e assicurativi interni.



Oltre ad aprire agli investitori bancari e assicurativi italiani le porte del risparmio cinese, il documento getta le basi per una cooperazione tra Autorità incardinata sul perfezionamento delle pratiche regolatorie. I principali obiettivi emergenti dal MoU sembrano essere di carattere soprattutto informativo: il nucleo centrale dell’intesa consiste infatti nella creazione di un canale di comunicazione tra IVASS e CBIRC finalizzato allo scambio di informazioni, anche confidenziali, sui processi e sui framework di vigilanza, nonché sull’effettiva attività svolta sui soggetti vigilati che operino nel territorio italo-cinese.          
 
Il MoU non si limita tuttavia alle indicazioni di principio, ma sembra avere valenza di vera e propria scrittura programmatica ed esemplificativa, volta cioè a specificare almeno alcune delle attività congiunte che le Autorità potranno svolgere per perseguire gli obiettivi delineati.



Tra le modalità di collaborazione figurano ad esempio il regolare scambio di informazioni rilevanti; l’organizzazione di incontri e conference call «to exchange knowledge»; la partecipazione, tramite rappresentanti, a eventi di mutuo interesse; la comunicazione, conformemente alle leggi, di informazioni riguardanti l’attività svolta.         

Si tratta in sostanza di un vero e proprio accordo quadro di cooperazione finanziaria, nell’ambito del quale IVASS sembra intenzionata ad aprire con l’ente cinese un dialogo di natura non solo tecnica, ma anche sostanziale, elemento sottolineato dalla previsione del MoU secondo la quale le due Autorità potranno scambiarsi, pur nel rispetto delle leggi vigenti e della riservatezza imposta dallo stesso Memorandum, anche informazioni di natura confidenziale, nonché portare avanti una collaborazione che, nelle intenzioni, dovrebbe semplificare le operazioni degli investitori istituzionali italiani interessati al mercato cinese.


© Graziadei Studio Legale - Riproduzione Riservata


Ulteriori informazioni: testo del Memorandum of Understanding IVASS/CBIRC scaricabile in formato pdf

Disclaimer & Privacy
P.IVA 07340781009